Home

Artisti

DAVIDE DEMURO

CHITARRA E VOCE
Inizia a suonare l’organo a 10 anni prendendo lezioni dal M° Guastella presso il negozio dei Fratelli Gaggero di Via Fossatello. Nel 1985 forma il primo tributo ai DireStraits con due elementi degli “Hidra” ed entra in sala ad incidere i primi 3 demo. Nel 1987 con lo pseudonimo di “Tennents” incide “Wake up now” il primo disco con Gianlorenzo Tubelli. Nel 1990 suona ad un concorso per voci nuove al Cotton Club di Genova insieme a Franco Amico e ad Andrea Maddalone, chitarrista di Anna Oxa e successivamente dei New Trolls. Nel 1992 comincia una collaborazione artistica con il medico cantautore Paolo Frola, reduce dalle sue partecipazioni al Maurizio Costanzo Show, durante la quale collabora con alcuni personaggi del mondo artistico come Roberto Casini (batterista e co-autore di Vasco Rossi), Giorgio Conte, Oscar Prudente, Giamba Lizzori (fonico di Laura Pausini, Renato Zero). Nello stesso anno forma la Mia’s Band con nuovi elementi ripropone il tributo ai Dire Straits. Nel 2000 si esibisce con la Morblus Band (band di appoggio di Beppe Grillo nel tour 2002) ospite di Roberto Morbioli insieme a Louisiana Mojo Queen. Due anni dopo, dall’incontro con Davide Calabrese nascono gli “Stone Free” dapprima come band di appoggio per artisti di alto livello, dove infatti (grazie a Mal dei Primitives) suona nel 2003 Pick Withers, leggendario batterista dei Dire Straits, e nello stesso anno si esibiscono anche con il bassista di Patrix Duenas (bassista di Edoardo Bennato, Marco masini, Ziggy Marley e molti altri). Nel 2002 suona con Bruno Lauzi e Paolo Frola ad un convegno organizzato dal Comune di Rovereto. Nel 2004 si esibisce al Chet Baker di Bologna con la “Clinica Monferrato” che vede tra i componenti Giorgio Comaschi, Paolo Frola, Luca Ghielmetti e Gianfranco Cacciabue. Nel 2006 comincia la collaborazione col gruppo Bagutti, e successivamente con gli autori Mauro Rota e Gianni Stellavato, con i quali firma alcuni brani. Nel 2008 collabora alla realizzazione dell’album del grande cantautore genovese Piero Parodi, intitolato “Fuenta”, in veste di autore, arrangiatore e direttore artistico. Tra gli artisti presenti nell’album sono da segnalare: Gianni Coscia alla fisarmonica e Paolo Bonfanti in veste di autore e chitarrista. Nello stesso anno firma due brani “Vint” dei Farinei d’la brigna, con i quali si esibisce dal vivo. Nel 2010 forma gli “AeroplaniDiCarta”, un tributo al grande Fabrizio De Andrè, con il prezioso aiuto di Mark Harris per gli arrangiamenti, storico pianista ed arrangiatore di De Andrè, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Renato Zero, ecc. Nella formazione suona inoltre Daniele Ferretti (collaboratore del Maestro Nuti e compositore di numerose colonne sonore per film di produzione nazionale). Partecipa al concerto di Piero Cotto intitolato 12/12/12, come chitarrista principale al fianco di: Pier Michelatti (storico bassista di Fabrizio de Andrè) , Adelmo Musso, Felice Reggio e Awanagana. Nell’agosto 2013 a Capri, partecipa alla rassegna canora organizzata dal patron Roberto Gianani intitolata “Premio Bruno Lauzi” dove in giuria sedevano molti nomi illustri del mondo dello spettacolo e del giornalismo come Franco Di Mare, Carlo Marrale, Edoardo Vianello per citarne alcuni. Nel 2014 si esibisce con il quartetto blues formato da Franco Coppo, Stefano Bellana e Giampaolo Petrini alla batteria (già batterista di Adriano Celentano, Mango, Loredana Bertè, Demo Morselli). Sempre nel 2014 Vladi Zullo chiama per far parte de “I nuovi Trilli” insieme a suo figlio Alessandro. Ricompone inoltre la formazione degli Aeroplanidicarta con Franco Buffarello alle tastiere, Ivan Foglino al basso, Paolo Piccardo alla batteria, Alessandro Benevieri alla chitarra/tastiere e steel guitar, Giovanni Acquilino al flauto traverso, oltre a suo figlio Alessandro alla chitarra/bouzouki e voce.